Iniziative

I Balneari del Mingardo chiedono interventi urgenti

Il Grido d’allarme dei Balneari della Costa di Camerota in merito al problema varchi comunali! Bisogna Intervenire Subito. Di seguito le ennesime  richieste avanzate dai Nostri Rappresentanti Sindacali.

Gent.mo Presidente

                                                                                             Giunta Regionale Campania

                                                                                             On. Vincenzo De Luca

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

                                                                                             Gent.mo Presidente

                                                                                             Provincia di Salerno

                                                                                             dott. Giuseppe Canfora

 

                                                                                                

                                                                                             Gent.mo Presidente Parco Nazionale

                                                                                             del Cilento e Vallo di Diano ed Alburni

                                                                                             Dr.  Tommaso Pellegrino

 

                                                                                   e p.c. Gent.mo Sindaco Camerota

                                                                                             Sig. Mario S. Scarpitta

                                                                                            

                                                                                

Oggetto: Rischio Idrogeologico Falesia del Mingardo Marina di Camerota

 

Gentilissimi  Presidenti,

con la presente al fine di riportare alle SS.VV. il disagio  e la preoccupazione delle  oltre 40 imprese balneari, molte delle quali aderenti alla nostra associazione,  ubicate sulla meravigliosa spiaggia del Mingardo a Marina di Camerota.

Questa Spiaggia che unitamente alla cala del cefalo, alla cala la vela ed alla cala Finocchiara (Spiaggia del Troncone) rappresentano un lembo di Costa extraurbano  di straordinaria bellezza ed unicità che assolve specie nei periodi di bassa stagione le aspettative del turismo provinciale, già destinataria di interventi di mitigazione regionali e  che negli anni è stata destinataria di attenzioni da parte del mondo associativo nazionale  per la diffusione e la  nascita del concetto di sostenibilità balneare territoriale proprio perché sancisce il giusto equilibrio tra l’esigenza di tutela e quella di fare turismo.

A pieno ritmo questa straordinaria spiaggia una vera e propria  meraviglia della natura dislocata in quasi 6 km di costa, patrimonio Unesco, riesce a produrre in maniera armonica un indotto di oltre 300 lavoratori e relative famiglie che oggi, senza ulteriori interventi concreti, potrebbero essere a rischio.

La scorsa estate, esattamente l’8 di Agosto,  un provvedimento dell’ autorità giudiziaria a seguito della caduta di un piccolo masso ha sancito la chiusura definitiva dei varchi comunali che rappresentavano da oltre 40 anni un serbatoio naturale per le auto dei turisti. Qui oltre 2000 auto in trent’anni avevano  trovato spazio e possibilità di manovra per godere appieno e senza stress una o più giornate al mare.

Potete ben immaginare il caos ed il disagio, di chi aveva già programmato le proprie vacanze al mare non soltanto a Camerota ma anche in tutti quei paesi limitrofi che fanno ospitalità e che indirizzano i loro ospiti presso queste spiagge, “caos” che  sicuramente la prossima estate, semmai non dovessero arrivare le giuste garanzie in termini di sicurezza e fruizione del territorio,  si trasformerà in “calo” occupazionale e di presenze decretando la fine di decine di lavoratori ed imprese.

Proprio per scongiurare questa possibilità e ricordandovi la nota giusto Prot. 471.16 del 18/11/2016 rimasta inevasa e che alleghiamo alla presente vi invitiamo a  predisporre ed a garantire  nell’ambito delle Vostre competenze un intervento urgente ed indispensabile per la tutela della salute pubblica e per la sicurezza per la mitigazione del rischio idrogeologico a monte della spiaggia denominata Mingardo già destinataria di interventi di mitigazione rischio R1  che necessita ad horas del completamento dell’opera e quindi intervento di mitigazione del rischio R2 dalla discoteca denominata il Ciclope alla  spiaggia del Troncone. ( Cala Finocchiara).

Restiamo  convinti di un vostro rapido e tempestivo intervento per una territorio, come detto in premessa,  che intercetta la stragrande maggioranza di ospiti regionali e provinciali.

Siamo consci della mole di lavoro da affidare ma ogni giorno in più che passa decreterà la fine di questo straordinario territorio che vive oltre al fenomeno del rischio idrogeologico anche quello dell’ erosione costiera.

Abbiamo letto di interventi e cantieri aperti in ambito regionale e provinciale per opere infrastrutturali di vitale importanza ferme da decenni per le quali esprimiamo viva soddisfazione  e ci auguriamo che presto un provvedimento di massima urgenza possa riguardare anche le meravigliose falesie del Mingardo per la tutela di cittadini, imprese e turisti.

Con la preghiera di “Salvare il Mingardo” restiamo a disposizione e pronti alla collaborazione attraverso i ns uffici.

Cordialità

 

 

 

 

Il Presidente FIBA Cilento                                             Il Commissario Straordinario   

 Il Presidente  CAB                                             Confesercenti Provinciale di Salerno

dott. Raffaele Esposito                                                                 dott. Pasquale Giglio

29 ottobre 2017 / by / in ,
PaleOriTrek IV Edizione Le Buone Pratiche CAB

Grande successo per la IV edizione del PaleOriTrek, organizzata e promossa dalla CAB con il Patrocionio del Comune di Camerota ed AOK e dirigenti scolastici,  che si è svolta lo scorso 10 Maggio a Marina di Camerota. Oltre 200 giovani provenienti dalla provincia salernitana e dalla provincia di benevento ( Telese Terme)  hanno potuto vivere un momento di aggregazione e di sport all’insegna del turismo a piedi e del turismo cultutrale. I giovani ospiti hanno potuto cimentarsi nelle attività sportive sostenibili come l’Orienteering, il Trekking ed il turismo culturale ospiti del MUVIP l’Ecomuseo Virtuale di marina di camerota e poi rendersi conto di persona dello straordinario patrimonio culturale UNESCO visitando la Grotta Museo della CALA. La giornata si è conclusa con le discipline sportive ed il rientro in barca dove i ragazzi hanno potuto ammirare la straordinaria bellezza della costa di camerota lungo i meravigliosi scenari dell’Area Marina protetta degli Infreschi e delle infinite spiagge di Marina di Camerota.

Un altro grande successo afferma Raffaele Esposito Presidente storico della CAB, abbiamo voluto fortemente sostenere l’iniziativa anche quest’anno perchè crediamo nel turismo sostenibile in ogni sua forma e non soltanto quello balneare che ci vede già protagonisti in Italia, siamo al fianco dello sport in natura e del turismo culturale il turismo sano ed a piedi che riesce a destagionalizzare i nostri flussi turistici. Voglio ringraziare i tanti commercianti e gli imprenditori locali che si prestano alla buona riuscita di questa iniziativa garantendo i loro servizi con un occhio di riguardo al budget dei ragazzi.

Soddifazione anche da parte del Prof. Enzo Colarusso che dalla prima ora ha creduto e sponsorizzato l’iniziativa. Siamo un team di amici e professionisti che ha a cuore la manifestazione e che vede impegnati i giovani alla riscoperta della natura e dello sport in natura afferma, continuiamo insieme a sostenere il PaleOriTrek e la nostra più grande soddisfazione è quella di vedere centinaia di ragazzi sorridere e divertirsi attraverso la pratica sportiva e culturale all’aria aperta.

21 maggio 2017 / by / in , ,
Camerota: CAB Partner delle Iniziative Culturali

Lo scorso mese di Ottobre in occasione della chiusura della campagna di scavi condotta dall’Università di Siena coordinata dalla Prof.ssa Adriana Moroni effettuata nel sito preistorico di grotta della Cala a Marina di Camerota, Sito  che attraverso un progetto Europeo è divenuto anche grotta-museo visitabile, il Presidente della CAB ha consegnato ai responsabili scientifici ed alla direttrice del MUVIP Camerota il pannello, realizzato con la consulenza scientifica dell’ Università di Siena, per il complesso  Preistorico del Poggio. La costa di Marina di Camerota infatti  è costellata da numerose grotte abitate nella preistoria e sulle quali oggi sono in essere in sinergia con le istituzioni e gli Enti una serie di attenzioni culturali al fine di favorire la destagionalizzazione ed incentivare in questo modo gli itinerari culturali ed il turismo a piedi. Non è raro infatti incontrare lungo la costa di Marina di Camerota appassionati di Trekking Culturale che dopo aver attraversato i magnifici sentieri a picco sul mare , specie in bassa stagione, finiscano poi con il sorseggiare un aperitivo al tramonto in uno dei tanti lidi attrezzati di Marina di Camerota.   Un giusto connubio tra ambiente natura e turismo a piedi sul quale la CAB intende investire con fatti concreti. Il prossimo obiettivo infatti sarà quello di affiancare le iniziative culturali comunali e sopracomunali a favore delle campagna di scavo per il sito preistorico del Poggio.

Proprio per questo motivo la CAB ha proposto nella nuova brochure istituzionale, realizzata volutamente con totale assenza di sponsor ed interamente dedicata alle aziende associate ed al territorio comunale,  i sentieri trekking ed i siti preistorici.

Queste le parole del presidente CAB: “Un piccolissimo contributo al patrimonio culturale  locale, che si aggiunge alle innumerevoli collaborazioni con  altre realtà associative,  alle quali la CAB grazie al contributo dei propri imprenditori  associati,  in maniera discreta e sobria partecipa attivamente da oltre 10 anni, senza proclami ma con fatti concreti. “

9 dicembre 2016 / by / in
Cilento: Emergenza Erosione Costiera

 

 

La Storica Associazione Balneare Marina di Camerota CAB affiancata dal gruppo dirigente FIBA CONFESERCENTI  è da anni impegnata per sollevare alla pubblica opinione ed alla politica Regionale e Locale una serie di difficoltà territoriali di carattere generale che una terra meravigliosa come è quella della costa del parco nazionale del Cilento, non può piu sopportare. Viabilità, Accessibilità, Rischio idrogeologico ed Erosione Costiera rappresentano ad oggi cosi come negli ultimi 20 anni il principale ostacolo alla dignità di questa terra meravigliosa. Lo scopo della nostra associazione, impegnata anche in ambito nazionale per la diffusione del modello di gestione balneare sostenibile, è anche quello di sollevare questioni di carattere morale ed etico ed alla  quale la governance politica deve dare risposte certe. Non è più il tempo di aspettare. Centinaia di imprese turistiche lungo la costa del parco chiedono interventi, concertati e concordati per far si che l’ospite ( le migliaia di ospiti) possano ancora godere delle meraviglie di questa terra, della sua costa e delle sue meravigliose spiagge. Troppi sono ancora i nodi da sciogliere a tutti i livelli, l’attuazione del PUAD Regionale da un lato per avere piani spiaggia dignitosi ed omogenei per ambito territoriale che però non nasconda le pur palesate difficoltà ovvero il tranello delle “Valenze Turistiche”, le quali si basano  su elementi non concertati e  di carattere meramente demaniali e turistici e che  potrebbero ben presto  portare diverse aree costiere ( quelle di maggior pregio ambientale)  a spaventosi aumenti di tassazione delle aree in concessione. Un paradosso della burocrazia al quale speriamo si possa al più presto far fronte. La classificazione dovrebbe a nostro avviso premiare le aree meglio conservate dal punto di vista ambientale favorendo delle azioni di “normalizzazione” dal punto di vista proprio di quelle problematiche esposte in premessa.  Reinvestiamo i Canoni demaniali Marittimi per una riqualificazione dei servizi collettivi destinati alla balneazione ed alla siicurezza in mare. Siamo pronti a dare il nostro contributo anche per la questione Bolkestein vera spada di damocle Europea che pende sulle 30.000 imprese balneari italiane. Garantiamo attraverso una legge regionale Un sistema di premialità per le imprese balneari sostenibili che fanno della propria area in concessione un’oasi territoriale nel pieno rispetto della natura.

 

Di seguito l’ennesima richiesta CAB-FIBA Cilento:

 

Associazione Balneari Marina di Camerota – CAB

Via Bolivar 86, 84059 Marina di Camerota (SA)

Info: 389/8361516

P.Iva: 04780690659

Sede Comprensoriale FIBA Confesercenti

fibacilento@gmail.com

info@balnearicamerota.it

www.balnearicamerota.it

 

c.a. Presidente Giunta Regionale della Campania

On. Vincenzo De Luca

p.c. Vice Presidente Giunta Regionale della Campania

Dott. Fulvio Bonavitacola

c.a. Presidente Provincia di Salerno

Dott. Canfora Giuseppe

  1. p.c. Vice Presidente Provincia di Salerno

Dott. Carmelo Stanziola

c.a. Dott. Domenico Ranesi

Viabilità ed Infrastrutture

c.a. Presidente Parco Nazionale del Cilento Diano ed Alburni

Dr. Tommaso Pellegrino

c.a. Sindaco Camerota

Dott. Antonio Romano

 

 

 

Oggetto: Richiesta Incontro, Programmazione Estate 2017. Richiesta Urgente Convocazione Tavolo di Lavoro Istituzionale.

La scrivente associazione unitamente ai propri rappresentanti sindacali chiede alle SS.VV in indirizzo un incontro programmatico per la prossima estate turistica.

La scrivente da sempre impegnata in partenariato con Enti ed Istituzioni  sul territorio  della costa del parco al fine di  proporre soluzioni concordate e concertate  in linea con lo sviluppo balneare sostenibile chiede un incontro  urgente per capire quali strategie ed azioni concrete possano ipotizzarsi nel breve periodo in ordine ai seguenti problemi:

 

  • Contrasto al fenomeno dell’Erosione Da oltre un decennio ormai questo fenomeno  riduce costantemente i tratti di spiaggia disponibili. Il fenomeno è notevolmente visibile e palese lungo il tratto della  spiaggia del  “Mingardo” nel comune di Camerota dove interi tratti di spiaggia sono stati cancellati dalla violenza del mare compromettendo l’intero ecosistema marino e dunale ed intaccando in determinati tratti la stessa strada provinciale che collega Marina di Camerota verso la Provincia di Salerno, un arteria stradale di fondamentale importanza per cittadini, imprese ed ospiti.
  • Accessi alle spiagge. Gli accessi al mare di competenza provinciale ormai obsoleti e non il linea con le normative per i principi sull’accessibilità e sulle normative inerenti l’abbattimento delle barriere architettoniche.
  • Rischio Idrogeologico. La strada che costeggia la spiaggia del Mingardo, così come per il Cilento in genere,  è interessata per lunghi tratti da un serio fenomeno  derivante dal problema di dissesto idrogeologico. Con questa richiesta riteniamo urgente e necessario convocare un tavolo tecnico di lavoro con tutti gli enti interessati e le parti sociali al fine di attivare e/o riattivare il Progetto di messa in sicurezza dei costoni rocciosi. Progetto già finanziato dalla Regione Campania, completato nel tratto a rischio R1 e non Ultimato per i Tratti a Rischio R2.

 

In merito a queste ed altre considerazioni, invitiamo le SS.VV. ad attivarsi nell’ambito delle rispettive competenze per formalizzare l’avvio delle procedure necessarie, sollecitando e richiamando all’attenzione altri enti ove si rendesse necessario.

Riteniamo pertanto che la concertazione ed il confronto immediato possano dare le risposte dovute alla nostra terra in maniera definitiva ed in linea con le esigenze di tutela, rispetto e valorizzazione del territorio.

Siamo certi che la sensibilità e l’interesse verso il Cilento  più volte rimarcato in pubbliche occasioni dal presidente della Regione Campania  On. Vincenzo de Luca,  sarà raccolta positivamente da tutti gli enti interessati.

Ricordiamo che le aziende balneari e commerciali da Noi tutelate, rappresentano una fetta rilevante del tessuto economico, sociale e produttivo del territorio. Non esiteremo a chiedere alle autorità competenti chiarimenti e delucidazioni per ritardi e/o negligenze nell’affrontare le situazioni esposte in premessa.

 

 

Certi di un rapido riscontro Porgiamo distinti Saluti

Salerno li 14-11-2016

Il Presidente CAB- FIBA Cilento

Dott. Raffaele Esposito

9 dicembre 2016 / by / in
I Loghi della Sostenibilità Balneare Italiana

I Loghi della Sostenibilità Balneare Italiana

I Loghi della Sostenibilità Balneare Italiana – L’ Associazione Balneare Marina di Camerota  CAB, prima esempio di associazione balneare italiana,  è impegnata, da oltre un decennio,  alla promozione ed alla diffusione del concetto di impresa balneare sostenibile. In particolare il gruppo dirigente CAB, sulla scorta di quanto immaginato e proposto,   ha sviluppato e  creato  i loghi dedicati alla sostenibilità balneare italiana ( In immagine) per contraddistinguere le aziende balneari che legano la propria idea di riqualificazione ed impegno territoriale alla tutela dell’ambiente circostante attraverso la proposizione delle “Buone Pratiche”. Sostenibilità Ambientale, Sociale ed Economica legata allo sviluppo dell’impresa balneare.

In particolare il logo ideato in partenariato con l’Ente Parco Nazionale del Cilento e denominato “I lidi del Parco” è quello che contraddistingue i lidi balneari della costa del parco del Cilento e che aderiscono al protocollo controfirmato da CAB ed Ente Parco (denominato appunto  i lidi del parco )   e che rispettano le opportune misure di mitigazione ed i relativi disciplinari per le Aree Protette ( A Maggior pregio ambientale) e quelli per le Aree demaniali marittime denominate SIC e/o ZPS. Il progetto a carattere territoriale che  ha conquistato l’interesse di  centinaia di imprese balneari del Cilento costiero, numerose pubbliche amministrazioni ed associazioni Nazionali e territoriali, è nato lungo la spiaggia di Cala del Cefalo a Marina di Camerota (SA). Il progetto è stato assunto come progetto pilota ed è stata  definita “Buona Pratica” legata alla sostenibilità balneare già dal  2010, oggi il progetto  è alla base di numerose pratiche volte alla sostenibilità balneare in ambito  nazionale.

Il Logo legato alle imprese balneari eco-sostenibili e verdi  è attualmente al vaglio di associazioni Nazionali  come modello di gestione balneare “Eco”, proprio per questo una  prestigiosa associazione Ambientalista ha ritenuto giusto  nominare come collaboratore di iniziative legate alla sostenibilità balneare  il Presidente CAB dott. Raffaele Esposito nel proprio comitato scientifico proprio per dare maggiore impulso all’iniziativa (in partenariato con altre associazioni) e diffondere tale opportunità territoriale. Un Trasferimento di know-how legato alla sostenibiliutà balneare poichè i  lidi eco-sostenibili nascono qui nel Cilento. ( Testimonianza Trasmissione Linea blu Rai 1 del 2013 e del 4 Luglio 2015)

Il logo “I Lidi nei Parchi” è attaulmente al vaglio di un partenariato Nazionale  importante e probabilmente decisivo per lo sviluppo armonioso ed in simbiosi con l’ambiente circostante  delle aree parco ricadenti in ambito demaniale marittimo. Attraverso questo partenariato l’idea è quella di creare un decalogo di norme e comportamenti e di buone pratiche per la riqualificazione in un ottica sostenibile delle imprese operanti all’interno delle aree protette italiane. Una vera e propria Blue Economy sostenibile con particolare attenzione alle azioni didattiche e scientifiche per la protezione delle spiagge libere,  delle dune costiere ma anche dell’ittiofauna e avifauna. Un progetto pilota simile a quello sviluppato con il protocollo di intesa denominato “I lidi del Parco” ma a carattere Nazionale e rivolto ai Parchi Italiani. Creare la giusta sintonia tra l’esigenza di tutela e la possibilità di creare impresa. Tutto questo è la CAB da sempre sinonimo di sostenibilità balneare in ambito territoriale e nazionale.

Presidente CAB – Dott. Raffaele Esposito

26 febbraio 2016 / by / in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi