Parco Nazionale del Cilento

Nasce RISB la rete della sostenibilità balneare italiana

Spiagge: Nasce il Progetto RISB,  Fiba Confesercenti, con Legambiente per la rete italiana della sostenibilità balneare

 Una collaborazione per rilanciare e premiare la gestione sostenibile del turismo balneare, elemento fondamentale dell’offerta italiana. È questo l’obiettivo comune di Fiba, l’associazione delle imprese balneari Confesercenti e Legambiente, i cui vertici si sono incontrati nei giorni scorsi a Roma per delineare i termini di un rapporto di collaborazione fra le due organizzazioni. All’incontro hanno partecipato, per Legambiente, il presidente Stefano Ciafani, il Responsabile Mare Sebastiano Venneri e il vicepresidente Edoardo Zanchini, mentre per la Fiba Confesercenti erano presenti Il presidente Vincenzo Lardinelli, il direttore Fiba ed Assoturismo Tullio Galli, il vicepresidente Vincenzo Farina ed il responsabile per la sostenibilità balneare, Raffaele Esposito, ideatore dell’iniziativa  e che ha fortemente voluto l’incontro. Entrambe le associazioni hanno ribadito la volontà di una partnership istituzionale, che passi anche attraverso il rilancio di progetti nazionali come la RISB, la Rete di Imprese per la Sostenibilità Balneare. In particolare, si è pensato ad una iniziativa editoriale di qualità che completi il lavoro fatto dalla Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano, premiando e riconoscendo le imprese balneari che assumano la sostenibilità ambientale come criterio guida e sviluppino buone pratiche di gestione della fascia costiera.

Inoltre, si lavorerà insieme per dare il giusto contributo di idee e di apporto normativo per la imminente e tanto agognata riforma del demanio marittimo, ovvero il nuovo dispositivo legislativo per il riordino della materia. “L’auspicio – afferma l’ideatore dei partenariati nazionali volti alla sostenibilità in ambito FIBA, già presidente Confesercenti Provinciale di Salerno e CAB,  Raffaele Esposito  – è quello di valorizzare la tipicità imprenditoriale italiana nel proprio contesto territoriale abbracciando le buone pratiche di gestione ambientale. Proprio per questo occorre lavorare insieme al mondo delle imprese per la creazione della rete della sostenibilità, un progetto inclusivo dove ogni realtà territoriale deve essere protagonista”. Un progetto nuovo, inclusivo per migliorare i territori di appartenenza e renderli ancora più “appetibili” dall’utenza turistica  di qualità. Per Stefano Ciafani, Presidente Nazionale di Legambiente “si tratta di estendere la solida collaborazione che da tempo abbiamo con Confesercenti anche al tema della gestione degli stabilimenti balneari, un comparto decisivo per chi, come noi, lavora da oltre trent’anni per migliorare lo stato di salute delle nostre acque e delle coste del nostro Paese. Siamo certi che la nuova partnership nata all’insegna della tutela dell’ambiente e della promozione delle migliori pratiche di gestione della fascia costiera potrà servire a restituire futuro a quanti lavorano nel rispetto delle regole e del paesaggio”.

Fiba Confesercenti e Legambiente: “Lavoriamo insieme per gli stabilimenti balneari e per la sostenibilità ambientale” CilentoTV incontra Raffaele Esposito

Fiba Confesercenti e Legambiente: “Lavoriamo insieme per gli stabilimenti balneari e per la sostenibilità ambientale” CilentoTV incontra Raffaele Esposito – servizio estratto dal TG di CilentoTV del 13-10-2018 (OPERA-CilentoTV)

Pubblicato da CilentoTV su Domenica 14 ottobre 2018

 

14 ottobre 2018 / by / in
I Lidi del Parco e la Guida Blu 2018

Anche quest’anno la prestigiosa rivista di Legambiente e Touring che ha assegnato le ambitissime 5 vele ritaglia un prestigioso spazio all’iniziativa a marchio CAB e rivolta alla sostenibilità balneare, riconosciuta buona pratica territoriale e denominata i lidi del parco. 

Questo sodalizio, ormai consolidato negli anni e nella collaborazione fattiva tra i nostri vertici associativi e sindacali e quelli di Legambiente Nazionale, è destinato a crescere ed ampliarsi per la costituzione della R.I.S.B. ovvero la rete italiana dedicata alla sostenibilità balneare. Qui tutte le imprese dedicate alla risorsa mare e balneari troveranno spazio e visibilità per vedersi riconosciuta una grande opportunità in termini di visibilità e buone pratiche ovviamente, quelle che l’utenza turistica premia con maggiori visite territoriali, ma anche con delle garanzie di stabilità di impresa per le note questioni Bolkestein.

Siamo convinti che la valorizzazione del patrimonio ambientale circostante rappresenti un elemento imprescindibile per il riconoscimento ambientale e culturale delle imprese storiche balneari. Questo elemento caratteristico garantirà assieme alle misure di mitigazione poste in essere, specialmente per le aree SIC e ZPS, un elemento di premialità di indiscutibile valore sia per l’impresa che per l’imprenditore, un pre- requisito fondamentale che nella peggiore delle ipotesi ed in considerazione della legge di riordino della materia demaniale marittima costringerà gli enti locali nelle possibili evidenze pubbliche (che sta già adottando per le concessioni in scadenza ed in fase di rinnovo) a tenerne in giusta evidenza garantendo in questo modo l’impegno territoriale.

Una exit strategy dunque che la CAB attraverso il proprio Sindacato di categoria FIBA Confesercenti crede possa rappresentare dunque una valida alternativa ( assieme alle altre) per la tutela e la salvaguardia delle concessioni in essere.

Prosegue dunque spedita la collaborazione istituzionale a garanzia dei territori di appartenenza e dell’attività di impresa che sempre più si riconosce nei valori della sostenibilità territoriale che è un bene per cittadini, comunità territori imprese ed ospiti.

 

Per aderire alla rete RISB contattaci: fibacilento@gmail.com

Info line: 3898361516

 

 

 

7 ottobre 2018 / by / in
Costa del Parco Cardioprotetta FIBA CAB Ente Parco

Lidi del Parco e Spiagge Cardioprotette, finalmente realtà Iniziative a Marchio CAB

Un partenariato ed un sodalizio istituzionale recentemente rafforzato da appositi protocolli d’Intesa tra la Confesercenti Provinciale di Salerno e l’Ente Parco Nazionale del Cilento Diano ed Alburni che oggi vede nuovamente protagonista il territorio dell’area protetta per la predisposizione su diverse spiagge, dei punti di accesso al defibrillatore le cosiddette postazioni DAE.

Sono infatti diverse le spiagge Cardioprotette, grazie alla sensibilità degli imprenditori balneari e turistici aderenti alla FIBA Confesercenti, che hanno sposato l’idea progetto volta alla sicurezza. Si parte dunque con il territorio “pilota” tra le aree a maggiore affluenza turistica ovvero il tratto di costa compreso tra Marina di Camerota e Palinuro.

È una avventura ed un percorso entusiasmante, dichiara il Presidente Provinciale della Confesercenti Salerno Raffaele Esposito storico presidente C.A.B. e membro di Giunta Nazionale FIBA, perché tra le due aree marine protette della costa del parco ci sono finalmente le prime spiagge Cardioprotette come Cala del Cefalo – Pineta – , Spiaggia del Troncone, Spiaggia della Marina delle Barche e Spiaggia Calanca a Marina di Camerota, mentre a Palinuro in collaborazione con l’ A.B.P. la Spiaggia delle Saline e la Spiaggia del Porto, una postazione, quella installata sulla spiaggia del Troncone è anche dotata di piastre ad uso pediatrico.

La nostra, prosegue il Presidente, è l’ennesima iniziativa che ci vede già protagonisti sul versante della sostenibilità balneare ed oggi attenti agli aspetti legati alla salute pubblica ed alla prevenzione per una maggiore sicurezza di ospiti e lavoratori che possono contare su maggiori postazioni DAE a disposizione dell’utenza medica e di quella debitamente formata per le emergenze.

Abbiamo notato che l’esempio virtuoso è già stato seguito da singoli imprenditori e per questo siamo ulteriormente contenti perché seguire le buone pratiche non è mai una cosa sbagliata anzi per noi è motivo di orgoglio. Attraverso la disponibilità di una delle aziende leader in Italia EMD 112, ed importatore del modello Samaritan Pad 350 gli unici con 10 anni di garanzia e grado di protezione più alto IP56 e quindi resistente alla salsedine, alta pressione e agenti atmosferici, siamo riusciti a concretizzare un gruppo di acquisto a prezzo contenuto per la realizzazione di questo primo Step , per la realizzazione assieme all’Ente Parco della costa Cardioprotetta.

Schermata 2018-07-10 alle 13.18.34.png

È nostra intenzione, conclude il Presidente Esposito, proseguire su questa linea, puntando alla formazione ed all’aggiornamento ma dedicando anche un occhio particolare agli aspetti legati all’accessibilità. Sono i progetti a carattere territoriale, dove rientrano spesso associazioni riconosciute in ambito nazionale, che riqualificano l’offerta turistica in genere, lavoriamo costantemente alla realizzazione di una rete di operatori di qualità attenta alle esigenze dei nostri ospiti per una migliore percezione delle loro vacanze poiché le buone pratiche sono culturalmente apprezzate e stimoliamo la vicinanza ed il partenariato di Enti Locali, senza chiedere soldi pubblici ma autofinanziando le nostre iniziative, per il benessere di cittadini, imprese, ospiti e territori.

Ringrazio il Presidente Tommaso Pellegrino e lo staff direttivo dell’Ente Parco del Cilento per la sensibilità dimostrata verso l’ iniziativa, quando imprese, associazioni ed enti locali trovano la giusta armonia il risultato non può che soddisfare i territori di appartenenza.

“Attraverso questo progetto, dichiara il Presidente del Parco Tommaso Pellegrino, si punta alla promozione di uno sviluppo sostenibile lungo le coste dei comuni rientranti nel parco e ad organizzare attività finalizzate a garantire più servizi all’utenza balneare. Saremo la prima area protetta in Italia con le Aree Marine Cardioprotette grazie alla dotazione di defibrillatori ai lidi aderenti al progetto “Lidi ecocompatibili” “Lidi Eco-Sostenibili”, con la conseguente predisposizione di corsi di formazione per gli operatori per diversi lidi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.”

Tutte le imprese balneari e turistiche della costa del parco che vorranno seguire questo progetto non dovranno fare altro che contattarci alla seguente email: info@confesercentisalerno.it

7 ottobre 2018 / by / in
I Lidi nei Parchi Lidi Amici del Mare CAB WWF FIBA

La CAB è la realtà associativa  balneare unica in Italia a garantire attraverso il coinvolgimento nelle buone pratiche legate alla sostenibilità una visibilità territoriale attraverso partenariati nazionali  con le maggiori associazioni ambientali.  Lavoriamo costantemente per creare la rete di qualità italiana della sostenibilità balneare R.I.S.B. Qui è in evidenza il progetto a valenza nazionale dedicato alle aree protette ovvero i lidi nei parchi i lidi amici del mare.

Le iniziative a Marchio CAB hanno una valenza territoriale importantissima, dal progetto i lidi del parco in partenariato con Parco nazionale del Cilento ed Enti Pubblici Locali si è passati nel giro di pochi anni ad iniziative legate alle buone pratiche a carattere nazionale. La sostenibilità ambientale economica e sociale deve rappresentare una caratteristica peculiare e storica dell’impresa balneare e quindi un requisito imprescindibile ed amministrativamente riconosciuto a garanzia della stabilità di impresa nel territorio di pertinenza.

Siamo convinti che i partenariati istituzionali possano garantire le giuste misure di tutela per eventuali competitor economici e quindi una valida soluzione per affrontare al meglio la questione bolkestein , una vera e propria exit strategy.

Cosa aspetti aderisci anche tu! Contatta i nostri referenti ed entra anche tu nella rete della sostenibilità balneare Italiana. Soluzioni e know how a garanzia della tua azienda nel rispetto del patrimonio ambientale circostante.

 

Info line 389.8361516

 

 

7 ottobre 2018 / by / in
I Balneari del Mingardo Chiedono Interventi Urgenti

I Balneari del Mingardo Chiedono Interventi Urgenti

I Balneari del Mingardo Chiedono Interventi Urgenti – Il Grido d’allarme dei Balneari della Costa di Camerota in merito al problema varchi comunali! Bisogna Intervenire Subito. Di seguito le ennesime  richieste avanzate dai Nostri Rappresentanti Sindacali.

Giunta Regionale CampaniaGent.mo Presidente: On. Vincenzo De Luca                                                   

Gent.mo Presidente Provincia di Salerno: dott. Giuseppe Canfora

Gent.mo Presidente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed Alburni: Dr.  Tommaso Pellegrino

e p.c. Gent.mo Sindaco Camerota : Sig. Mario S. Scarpitta

Oggetto: Rischio Idrogeologico Falesia del Mingardo Marina di Camerota

Gentilissimi  Presidenti,

con la presente al fine di riportare alle SS.VV. il disagio  e la preoccupazione delle  oltre 40 imprese balneari, molte delle quali aderenti alla nostra associazione,  ubicate sulla meravigliosa spiaggia del Mingardo a Marina di Camerota.

Questa Spiaggia che unitamente alla cala del cefalo, alla cala la vela ed alla cala Finocchiara (Spiaggia del Troncone) rappresentano un lembo di Costa extraurbano  di straordinaria bellezza ed unicità che assolve specie nei periodi di bassa stagione le aspettative del turismo provinciale, già destinataria di interventi di mitigazione regionali e  che negli anni è stata destinataria di attenzioni da parte del mondo associativo nazionale  per la diffusione e la  nascita del concetto di sostenibilità balneare territoriale proprio perché sancisce il giusto equilibrio tra l’esigenza di tutela e quella di fare turismo. A pieno ritmo questa straordinaria spiaggia una vera e propria  meraviglia della natura dislocata in quasi 6 km di costa, patrimonio Unesco, riesce a produrre in maniera armonica un indotto di oltre 300 lavoratori e relative famiglie che oggi, senza ulteriori interventi concreti, potrebbero essere a rischio.

La scorsa estate, esattamente l’8 di Agosto,  un provvedimento dell’ autorità giudiziaria a seguito della caduta di un piccolo masso ha sancito la chiusura definitiva dei varchi comunali che rappresentavano da oltre 40 anni un serbatoio naturale per le auto dei turisti. Qui oltre 2000 auto in trent’anni avevano  trovato spazio e possibilità di manovra per godere appieno e senza stress una o più giornate al mare.

Potete ben immaginare il caos ed il disagio, di chi aveva già programmato le proprie vacanze al mare non soltanto a Camerota ma anche in tutti quei paesi limitrofi che fanno ospitalità e che indirizzano i loro ospiti presso queste spiagge, “caos” che  sicuramente la prossima estate, semmai non dovessero arrivare le giuste garanzie in termini di sicurezza e fruizione del territorio,  si trasformerà in “calo” occupazionale e di presenze decretando la fine di decine di lavoratori ed imprese.

Proprio per scongiurare questa possibilità e ricordandovi la nota giusto Prot. 471.16 del 18/11/2016 rimasta inevasa e che alleghiamo alla presente vi invitiamo a  predisporre ed a garantire  nell’ambito delle Vostre competenze un intervento urgente ed indispensabile per la tutela della salute pubblica e per la sicurezza per la mitigazione del rischio idrogeologico a monte della spiaggia denominata Mingardo già destinataria di interventi di mitigazione rischio R1  che necessita ad horas del completamento dell’opera e quindi intervento di mitigazione del rischio R2 dalla discoteca denominata il Ciclope alla  spiaggia del Troncone. ( Cala Finocchiara).

Restiamo  convinti di un vostro rapido e tempestivo intervento per una territorio, come detto in premessa,  che intercetta la stragrande maggioranza di ospiti regionali e provinciali. Siamo consci della mole di lavoro da affidare ma ogni giorno in più che passa decreterà la fine di questo straordinario territorio che vive oltre al fenomeno del rischio idrogeologico anche quello dell’ erosione costiera.

Abbiamo letto di interventi e cantieri aperti in ambito regionale e provinciale per opere infrastrutturali di vitale importanza ferme da decenni per le quali esprimiamo viva soddisfazione  e ci auguriamo che presto un provvedimento di massima urgenza possa riguardare anche le meravigliose falesie del Mingardo per la tutela di cittadini, imprese e turisti.

Con la preghiera di “Salvare il Mingardo” restiamo a disposizione e pronti alla collaborazione attraverso i ns uffici.

Cordialità

Il Presidente FIBA Cilento                                             Il Commissario Straordinario   

 Il Presidente  CAB                                             Confesercenti Provinciale di Salerno

dott. Raffaele Esposito                                                                 dott. Pasquale Giglio

29 dicembre 2017 / by / in ,
Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi